domenica 28 marzo 2010

Fuori controllo

Un pastrocchio brutto con un sacco di morti, un canovaccio abusato e stantio di senatori, industrali e servizi segreti, ovviamente tutti super-cattivissimi che tramano e ammazzano per il denaro e il potere.

Inconsistente, prevedibile e noioso, Mel Gibson ammalato è assolutamente fuori luogo e poco credibile.

Deve abboffarsi e bere di meno se vuole apparire emaciato.

1 commento:

Gegio ha detto...

D'accordo in toto, senza averlo visto però: Mel Gibson si ferma per me a Signs, sempre più inguardabile.

OT: Recentemente hai partecipato al Torneo dei film, che sta per arrivare alla finalissima. Per decidere le nomination ci sono i questionari "quinquennali", riaperti per l'occasione.
Mettimi tra i preferiti e stay tuned!!!
http://iltorneodeglioscar.blogspot.com/s